Accettare l’omosessualità, lo stiamo facendo nel modo sbagliato.

Posted on 14 maggio 2011

0


In The Sims 3, noto “simulatore di vita” uscito nel giugno del 2009, i personaggi virtuali hanno la possibilità di contrarre un matrimonio omosessuale e di adottare dei bambini.

Sembrerebbe un ottimo modo per insegnare la libertà della sessualità anche ai ragazzi, senza costrizioni e giudizi. Ma non tutti l’hanno pensata così.

Carlo Casini, europarlamentare in quota Udc e leader del Movimento per la Vita, se n’è accorto oggi, e nel programma web Klauscondicio ha così commentato la cosa:

“Va vietato ai minori, come la pornografia. […] E’ inaccettabile che un videogioco che entra nelle case di milioni di italiani permetta ad un bambino di appena sei anni di creare una coppia gay che può anche adottare bambini. Questi videogiochi sono molto pericolosi, minacciano l’educazione di un bambino, la loro diffusione ha risvolti di carattere igienico-sanitario.”

Nel pezzo sulla notizia, la redazione de il Giornale aggiunge che:

“lo sviluppo della sessualità di un adolescente presenta inizialmente aspetti di omosessualità e bisessualità, che poi si armonizzano e l’eterosessualità diventa la regola.”

Vogliamo imporvi le nostre regole riguardo la sessualità. Ma siamo tutti liberali e ci amiamo l’un l’altro.

Annunci
Posted in: Attualità