E meno male che ci aveva restituito prestigio in campo internazionale…

Posted on 23 aprile 2011

0


“Per quanto riguarda la politica estera, con la nostra diplomazia commerciale, abbiamo portato appalti, lavoro e profitti a molte imprese italiane. E abbiamo restituito prestigio e autorevolezza all’Italia in campo internazionale, se permettete, con un premier che è il più esperto e quindi, anche a seguito di questo, tra i più considerati e influenti nei vertici mondiali.”

Così diceva Silvio Berlusconi in un audiomessaggio sul sito dei “Promotori della Libertà” lo scorso 27 novembre. Ecco, se anche questo fosse vero, bisogna ammettere che la Germania non è certo il paese più adatto da prendere come esempio per dimostrare quale sia il livello del nostro prestigio internazionale.

Dopo essere stato testimonial involontario di una campagna pubblicitaria volta a sensibilizzare la popolazione sul pagamento del canone (“Non finire come l’Italia di Berlusconi”), dopo non essere stato invitato al vertice sulla guerra in Libia tra i leader di Stati Uniti, Francia, Inghilterra e – appunto – Germania, il “miglior presidente del consiglio che l’Italia abbia potuto avere in 150 anni della sua storia” (sic) si può ora fregiare di un nuovo articolo sulle sue prestazioni in una prestigiosissima rivista internazionale.

Playboy:  “uno che va a puttane invece di governare”.

Annunci
Messo il tag:
Posted in: Politica