Ma quindi a che serve? Ah, ecco…

Posted on 13 aprile 2011

1


Sull’emendamento che prevede la prescrizione in tempi inferiori nei processi che coinvolgono degli incensurati, il Ministro della Giustizia Angelino Alfano è intervenuto così nella giornata di ieri alla camera:

“Il filibustering è legittimo ma in questo caso non ha nulla a che fare con il merito perché con la prescrizione breve saranno a rischio solo lo 0,2 per cento dei processi.”

Pier Ferdinando Casini, leader UDC, ha successivamente preso la parola, ribattendo:

“Questo sarebbe un buon motivo per lasciar perdere e non bloccare la Camera a causa di un piccolo provvedimento: ciò dimostra che c’é sotto dell’altro, cioé il tentativo di sottrarre Berlusconi ai processi.”

A fargli da coro, un deputato PD, rivolgendosi sempre al Ministro Alfano:

“Lei ha detto che la prescrizione breve coinvolgerà solo lo 0.2% dei processi, certo che ha avuto una bella mira per prendere in pieno anche i processi Mills e Mediaset…”

Giustamente, se serve a bloccare solo lo 0,2% dei processi, allora forse non è così importante da costringere i ministri a parlare oggi di altri importanti argomenti in una seduta straordinaria durante la pausa pranzo.

A dare una piccola spinta verso il bandolo della matassa, ci ha pensato in serata il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi che ha affermato:

“Vista la persecuzione giudiziaria in atto nei miei confronti [è] difficile fare norme in materia di giustizia che non siano ad personam.”

Tutto chiaro?

Annunci
Posted in: Attualità, Politica